Come applicare pannelli rigidi isolanti

1 Adattamento climatico

E’ opportuno, prima dell’applicazione, un periodo di adattamento dei pannelli al clima circostante; essi devono essere tagliati utilizzando una sega a mano o circolare.

2 Verifica del supporto

Prima di procedere all’applicazione dei pannelli di isolamento con il sistema a cappotto è opportuno eseguire una verifica del supporto, per constatare l’assenza di crepe o efflorescenze.

3 Profilo di partenza

Prima del fissaggio dei pannelli occorrerà posizionare alla base un apposito elemento di supporto o profilo di partenza, da posizionare in bolla con tasselli ad espansione.

4 Applicazione dei pannelli

Al momento dell’utilizzo i pannelli devono risultare totalmente asciutti, accostati tra loro esercitando una leggera pressione e con giunti sfalsati, fissati con l’utilizzo di apposite colle dal basso verso l’alto. Anche eventuali fessure andranno riempite con schiume isolanti. E’ opportuno, in fase di fissaggio dei pannelli, controllare con una certa frequenza la planarità del sistema, servendosi di una staggia.
In caso di supporto non sufficientemente piano è opportuno procedere all’applicazione della colla per punti, disponendola lungo il perimetro di ogni pannello (per circa 10 cm di larghezza) e al centro (circa 15 cm di diametro) garantendo una superficie di contatto tra pannello e muratura pari ad almeno il 40%;
In caso di supporto regolare, invece, il collante può essere applicato su tutta la superficie del pannello a contatto con la muratura (non applicare mai il collante sulla superficie laterale, per evitare successivo rischio di ponti termici).

5 Fissaggio meccanico aggiuntivo

Effettuare il fissaggio meccanico, in aggiunta al primo, per contrastare l’azione del vento e garantire maggiore durabilità, utilizzando tasselli a vite con anima metallica e disco, di lunghezza sufficiente a coprire lo spessore dell’isolante e penetrare nella muratura, con una frequenza di circa 4 tasselli/mq (andranno sempre posizionati alle estremità di ogni pannello e al centro dello stesso); tali tasselli saranno applicati solo a seguito di indurimento del collante, e solo nella porzione ricoperta dallo stesso.

6 Rasatura

Procedere con la rasatura per circa 5 mm di spessore, utilizzando malte adesive ad elevata permeabilità al vapore, avendo cura di far penetrare la malta tra le fibre superficiali; dopo una prima mano si posiziona una rete di armatura in fibra di vetro alcali-resistente a maglia quadrata con peso di circa 150 g/mq, annegata nello strato sottostante utilizzando una spatola liscia, prevedendo un sormonto tra le varie fasce non inferiore a 10 cm (in corrispondenza dei serramenti procedere ad un rinforzo obliquo dell’armatura in prossimità degli angoli, soggetti a fessurazioni), e successivamente si effettua la seconda mano; agli spigoli dovranno essere posizionati adeguati angolari in polimero con rete, anch’essi fissati con la malta.

7 Finitura esterna

Infine si applica la finitura esterna (a seguito della completa asciugatura della rasatura sottostante), opportunamente resistente alle intemperie ma permeabile al vapore; se necessario applicare, prima della finitura stessa, una mano di primer per garantire la perfetta adesione alla superficie sottostante.

8 Protezione da infiltrazioni

Per evitare eventuali infiltrazioni di acqua meteorica in punti di interconnessione con altri elementi puntuali si dovrà provvedere ad accurata protezione con adeguati elementi metallici o con sigillanti acrilici o siliconici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *